Rivista di Scienze Giuridiche, Scienze Cognitive ed Intelligenza Artificiale
 

Prometeo 2.0

Verso una disciplina europea dell'Intelligenza Artificiale

Abstract: Il presente contributo, dopo una breve riflessione circa l’inquadramento dell’ampio concetto di intelligenza artificiale (IA), cerca di ricostruire lo stato dell’arte, dando conto delle proposte regolatorie al vaglio del legislatore europeo, mettendo in luce la difficoltà di imbrigliare nelle maglie della legge una materia così fluida. Lo scritto, partendo dall’ovvia constatazione che trattasi di un ambito del sapere ancora poco esplorato, analizza le ricadute pratiche che potrebbero derivare da una diffusione della IA. Di rilievo è il tema della responsabilità giuridica derivante dall'azione dannosa di un robot, della sua natura giuridica e della validità in tali fattispecie delle regole ordinarie in materia di responsabilità ovvero della necessità di introdurre nuovi principi e nuove norme. Viene evidenziato come il successo delle iniziative legislative nate per fornire copertura normativa ad una realtà ancora in fase di costruzione derivi da un corretto bilanciamento tra l’esigenza di implementare gli investimenti nel settore delle IA da un lato e quella di garantire il rispetto dei principi etici fondamentali dall’altro. Il contributo si sofferma poi sulla più recente iniziativa della Commissione europea nell’ambito della Strategia europea per l'Intelligenza Artificiale, ovvero la proposta di regolamento sull'approccio europeo all'Intelligenza artificiale del 21 aprile 2021. Da ultimo, un approfondimento sulle preoccupazioni etiche e legali che l’impiego dei sistemi algoritmici può generare in settori delicati quali la giustizia, ponendo l’accento sulla necessità di un costante monitoraggio degli stessi alla luce dei principi di equità e correttezza.

Articolo in PDF

Invio contributi: info@i-lex.it

Please publish modules in offcanvas position.