Rivista di Scienze Giuridiche, Scienze Cognitive ed Intelligenza Artificiale
 

Diritto e religioni nell’era digitale

Zuckergerg ci salverà?

Abstract: Anche i diritti religiosi sono stati influenzati dalle esigenze di celerità e concentrazione che connotano la contemporanea era digitale. Infatti, le nuove opportunità offerte dalle tecnologie digitali sono state colte dalle confessioni religiose, che, sempre più spesso, fanno ricorso ad apposite applicazioni per marcare la loro presenza sul web. Oltre a quanto osservabile nel mondo cattolico – segnato dalla svolta digitale di Papa Francesco con l’attivazione degli appositi accounts Facebook e Twitter - di particolare interesse è la trasformazione che concerne il mondo islamico, soprattutto in contesto non islamico, riguardato dal fenomeno delle fatwa on line e dalla proliferazione di centri virtuali di propaganda. Tuttavia, i rischi insiti nel mondo digitale, soprattutto rispetto alla possibile diffusione di informazioni false (cd. fake news) si pongono con particolare importanza con riguardo alle religioni, inducendo il giurista contemporaneo alla ricerca di possibili nuove soluzioni a tutela della libertà di coscienza dei singoli fedeli.

Articolo in PDF

Invio contributi: info@i-lex.it

Please publish modules in offcanvas position.